« « | » »

Nel corso del 2014, grazie ad una bella intuizione di mons. Alvaro Bardelli, parroco della cattedrale di Arezzo e cultore di storia patria,  mi sono stati commissionati gli stendardi dei quattro quartieri della giostra del Saracino. Questi vessilli sono stati destinati alla decorazione della pieve di Santa Maria Assunta, antica chiesa battesimale nelle immediate prossimità della piazza in cui si svolge la manifestazione.

Essi rappresentano i simboli araldici dei quattro rioni, da me rivisitati come se fossero stati disegnati alla vigilia della battaglia di Campaldino (1289), affiancati dagli stemmi delle nobili casate associate ad ogni quartiere.

Dopo un’accurata ricerca storica, stilistica e iconografica, ho realizzato il progetto facendomi guidare da un’idea chiave: che tutte le immagini (animali, fiori, capi d’Angiò, forme delle architetture dipinte ecc…) fossero quelle utilizzate nell’araldica del periodo che va dal 1280 al 1300 circa.

La realizzazione sartoriale dei miei disegni è stata curata da mia madre e mia zia: abili sarte che hanno cucito la seta degli emblemi sul velluto del fondo.